Il gatto si fa le unghie per stress o per piacere?

Il problema delle unghie del gattoIl tuo gatto non si fa le unghie per vizio o per via di un comportamento degenerativo, bensì per ragioni che affondano le loro origini in fattori che dipendono dall’ambiente in cui è stato svezzato e dall’ambiente in cui attualmente vive. Un gatto che ha avuto uno svezzamento regolare, che è stato staccato dalla madre al momento giusto e che si trova a proprio agio nell’ambiente domestico tende  a farsi le unghie per piacere e non per frustrazione. Contrariamente, si possono vedere gatti che si fanno le unghie come gesto compulsivo, atto a scaricare la tensione e lo stress accumulato fra le mura domestiche. Viene da chiedersi ora come fare a distinguere se il proprio gatto è portato a graffiare superfici a fronte di fattori distorsivi oppure no. Riceviamo spesso email di chi  segnala che non tutti i gatti che hanno in casa si accaniscono con la stessa insistenza su braccioli di divani, oppure su sedie imbottite. Se andassimo ad investigare scopriremmo che il gatto più frustrato o è istigato dagli altri gatti in casa, oppure patisce un ambiente domestico che non lo soddisfa. Rimproverare un gatto che si fa le unghie sullo schienale di una poltrona non porta a nulla, anzi, carica il gatto di tensione. Se pensate, un gattino preso in braccio, tende, mentre fa le fusa, a punzecchiare la maglia del proprio padrone con le sue piccole ed affilate unghie. Ciò rientra in un “graffiare” positivo, in quanto in quel momento vi sta dicendo “mi trovo bene con te”. Dopo una pennichella sui cuscini del divano, la maggior parte dei gatti ha bisogno di stiracchiarsi, anche perché ha trascorso tempo tutto rannicchiato. Non resta, dunque, che scoraggiare il farsi le unghie di per sé negativo, a favore di uno naturale e positivo. E come la mettiamo con il divano? No a coperte buttate sui braccioli o ad antiestetici tiragraffi posti davanti ai braccioli. Meglio ricoprirlo e proteggerlo, una volta per tutte, con Cat Friendly Sofa.

Le etichette di Cat Friendly Sofa: tessuto testato a prova di gatto

Ecco le etichette di Cat Friendly Sofa, a garanzia vostra e delle superfici che intende rivestire. Un tessuto resistentissimo in grado di rendere come nuovo il tuo divano, sedie, letto o poltrona allungando notevolmente la loro vita pur sotto gli artigli del tuo gatto. Una trama molto fitta e un tessuto speciale frutto della costante attività di Ricerca & Sviluppo di AVETIS e della sua fondatrice, Lusine Manukyan. Le etichette accompagnano ogni nostro rivestimento e vanno ad illustrarvi le peculiarità del prodotto e le modalità di manutenzione e lavaggio. Aspetto, non trascurabile è il fatto che Cat Friendly Sofa sia rimovibile, consentendoti così di rimuovere pelo e di spolverarlo ogni volta che lo desideri. In caso di macchie, è sconsigliato il lavaggio in acqua, procedere dunque con un lavaggio a secco o portando il rivestimento in lavanderia. Non stirare. Qualora tu avessi bisogno di altre informazioni, sappi che il post-vendita è uno dei nostri punti di forza, pertanto, non esitare a contattarci: info@catfriendlysofa.com.

Etichetta tessuto antigraffio gatto

Risultati del sondaggio Cat Friendly Sofa: “Il tuo gatto si fa le unghie prevalentemente…”

Ci siamo. Dopo mesi d’indagine e centinaia di risposte ricevute da tanti visitatori del nostro sito www.catfriendlysofa.com, siamo in grado di fornirvi i risultati del nostro sondaggio volto a scoprire dove i nostri gatti concentrano le loro “attenzioni” nel graffiare divani e poltrone di casa. E’ interessante ricevere la conferma di quanto immaginavamo, ovvero ogni gatto, nel farsi le unghie, ha abitudini differenti da altri: il 43% dei proprietari dei gatti dichiara che il loro gatto aggredisce prevalentemente i braccioli, il 41% gli schienali e il 16% l’intero divano. Ad abitudini differenti è giusto che corrispondano soluzioni differenti, ecco perchè Cat Friendly Sofa dedica il suo tempo nel mettersi in ascolto tuo e del tuo gatto. La vostra soddisfazione è anche la nostra. Lieti di essere al vostro servizio.

Sondaggio "Dove graffia il tuo gatto?"